Fenomenologia della clacsonata cinese

 Image

All’italiano in Cina che andasse alla ricerca di quei dettagli da cui e` possibile estrarre l’intera psicologia o sociologia di un paese, suggerirei di fare bene attenzione alla clacsonata. In realta` prima che voi facciate caso a lei sara’ lei a farsi notare da voi. In termini di decibel non c’e` forse troppa differenza con una qualunque maleducata citta` italiana, ma la semantica e’ completamente diversa. In Italia la clacsonata e’ una forma di prepotenza, in Cina una forma di furbizia, in Cina si avverte, in Italia si rimprovera, in Italia la faccia di chi suona tende alla smorfia, in Cina tende al sorriso. La clacsonata italiana afferma o contesta una posizione sociale: l’italiano alla guida di un SUV protesta contro la panda che ha davanti e pensa: ma guarda se uno stronzo in panda (€ 8500) deve farmi aspettare qui dietro (€ 80000). L’italiano in panda suona e pensa: come hanno potuto dare ad un imbecille del genere un lavoro che gli permette di comprare 80000 euro di macchina? Qualcosa di simile accade per differenze di genere, eta`, provenienza, etc.. Cosi` l’uomo da` dell’isterica alla donna che da` dell’impotente all’uomo, il giovane da`del rincoglionito al vecchio che da`deldelinquente al giovane, l’uomo di paese pensa che quello di citta` ha la nebbia nel cervello, quello di citta` pensa che il paesano dovrebbe andare a dorso di mulo e cosi’ via. E poi c’e` la lotta dell’occidentale contro il mezzo tecnico, l’affanno contro il grande bluff della tecnologia: l’italiano, come qualunque cittadino postmoderno, compra macchine sempre piu’ veloci ed e’ costretto ad andare sempre piu’ lento e allora cede esasperato all’irrazionale e suona sapendo che non e` colpa di nessuno e che non servira` a niente, come il bambino che picchia la porta contro cui ha sbattuto la testa. Nella clacsonata del cinese, invece, e` prevalente una semplice funzione comunicativa, nonostante anche in Cina un uomo in auto valga piu` di un uomo a piedi, il cinese sente ancora che e’ il pedone la forma di cittadino dominante, e lui in macchina ad essere ontologicamente in difetto; e allora pensa: che silenzio, non mi vede non mi sente, ma suono ergo sum, ergo spostati o ti investo. Inoltre in Cina la clacsonata supplisce ad una lacuna legale: il cinese rispetta le precedenze, i semafori, le strisce, solo in parte e si aspetta che gli altri non le rispettino affatto. Allora mentre suona pensa: sei sulle strisce e dovresti passare tu, ma dato che le regole in Cina non le rispettiamo e che tu al posto mio faresti lo stesso, io suono, e tu magari ti fermi, e se non ti fermi suonero` due volte e allora ti fermerai.

Ma la verita` e’ che la clacsonata per lui e’ una forma di partecipazione ludica alla modernita`. Il cinese e` affascinato dall’effetto che una piccola pigiatina e’ in grado di generare; prova il piaceredelbambino che ascolta un carillon. Quando il cinese suona nel traffico celebra un fuoco d’artificio acustico, partecipa ad una sinfonia della confusione. Mentre l’italiano e` arrabbiato, manda al diavolo e ci viene mandato, perche’ in quel suono da` o gli viene dato dello stronzo, il cinese che suona, si labbra o solo di mente, sta sorridendo, perche` sta comunicando, sta giocando, sta partecipando alla Cina moderna. ma caro lettore occidentale, non voglio illuderti, nessuna psicologia o sociologia ti permettera di rimanere sorridente difronte a dieci interminalbili secondi di clacsonata cinese.

Giuseppe Sapienza

Advertisements
Explore posts in the same categories: China, Giuseppe Sapienza

Tags: ,

You can comment below, or link to this permanent URL from your own site.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s


%d bloggers like this: